Dal 2008 non sarà più venduto XP preinstallato
pubblicata: venerd́ 13 aprile 2007

Il 2007 sarà l'ultimo anno in cui si potrà acquistare un PC con Windows XP preinstallato. A dirlo sono alcuni grossi produttori di PC, secondo i quali Microsoft cesserà di vendere le versioni OEM di Windows XP a partire dal prossimo gennaio. Sembra che, a partire dall'inizio del 2008, i contratti stipulati fra Microsoft e i produttori di computer obbligheranno questi ultimi a vendere esclusivamente PC basati su Windows Vista.
Una strategia, quella di Microsoft, che non sembra andare a genio a tutti, soprattutto perché i sistemi basati su XP sono ancora molto richiesti: Vista soffre ancora di diversi problemi legati ai driver e alla scarsa compatibilità con certi giochi e applicazioni meno recenti, inoltre per girare al meglio richiede configurazioni hardware sensibilmente più costose rispetto a XP. Questa situazione rafforza l'approccio tradizionalmente prudente delle aziende, per le quali migrare ad una nuova versione di Windows equivale spesso a spendere rilevanti quantità di tempo e denaro.
Lo scorso mese Microsoft ha proclamato che le vendite del suo nuovo sistema operativo hanno superato i 20 milioni di licenze: più del doppio rispetto al debutto di Windows XP. Molti ritengono però che l'euforia sia poco giustificata, perché il grosso delle vendite di Vista deriverebbe dalle licenze OEM e perché fra il lancio di XP e quello di Vista sono trascorsi oltre cinque anni: un arco di tempo in cui il mercato globale dei computer ha registrato una crescita non certo trascurabile.